• No products in the cart.

Marzo 2019

In silenzio quieto a fianco camminiamo sopra la sabbia fina che conta i nostri passi. Le onde capricciose lambiscono i pensieri che volano irrequieti in placido sospiro. Basta un solo sguardo per dirci che l’intero non chiede madri e padri ma sintesi del vero. Loredana Conti

Ode al mare Ti sto di fronte Spogliato da ogni promessa Come se fossi L’ultimo uomo del mondo Mentre tu sei Il mondo Ti guardo Affondo i piedi Nella tua morbida pelle Forse potrei Diventarne parte Come vorrei Ti respiro Ho dentro te Corri nelle mie vene Contaminami d’infinito E di moto perpetuo Appena salato Ti ascolto Parli la lingua Più

E goccia dopo goccia, come tortura antica, l’odio che ci sorprende del tempo ruba i giorni. E perfido dirompe, alto come marosi, su attimi e ricordi del tempo che non torna. E pavido potente di polvere ricopre i rivoli animosi del tempo senza sogni. Loredana Conti