• No products in the cart.

QUALCOSA PER AFFRONTARE IL SILENZIO

Parole avvizzite cercano la salvezza
Foglie di un altro autunno conoscono già il dolore
Sradicate da sé stesse
Precipitate su fogli densi di lettere sghembe
in un vortice pazzo
Cercano uno sguardo benevolo un abbraccio inciso nell’aria
Per non allontanarsi mai da me
Mendicano il dono della purezza
Il posto in un nuovo libro da sfogliare
Colgo al volo prima che svanisca l’invisibile stanchezza
Prima ancora di cercare il buio nella luce
E nell’attesa
Luci e ombre prendono una piega differente
Intense tonalità di rosso e giallo
Che io esalto come meglio credo
In quattro ottave di intimità
Di voce e pianoforte a coda sullo spartito incompiuto
Brindo all’ostensione delle foglie lacerate
Nel pallore glauco degli ulivi

 

Oana Lupascu