• No products in the cart.

INTERMITTENZA

Un istante senza termine
Si spegne e si riaccende
Il canto dell’attesa richiama piano
Fino ad intonare un’eterna assenza
La mano trema quando la paura
Scioglie il groviglio dei nostri cuori
E i nodi incandescenti della mente
Scomponendo i nostri nomi
In porzioni silenti e sbiadite
Di vane promesse
Senza superfici
E senza avvertire
Il futuro dilettante galleggia
Nella menzogna di una promessa
Del nulla è nulla
Parole travestite
Macchiano per sempre il cielo
Nel punto dove l’azzurro è più intenso
E dove
Tutto quel che è da essere
Non sarà mai lo stesso
E il diverso si annienta in altro

 

Oana Lupascu