• No products in the cart.

Romanticismo e passione: Cime tempestose di Emily Brontë

Cime tempestose, scritto tra il 1845 e il 1846, è un romanzo dalla forza straordinaria. Emily Brontë ci ha lasciato un unico romanzo. Eccezionale e potente. La dimensione di forza e potenza è la caratteristica più evidente: tipica del Romanticismo inglese di quel periodo.

Il Romanticismo di Emily Brontë

Non dobbiamo dare al Romanticismo inglese dell’epoca, ma direi al Romanticismo di tutta Europa, l’accezione odierna. Niente melensaggini, nessun amore all’acqua di rosa. Come si vede anche nei romanzi della sorella Charlotte (qui trovate un articolo dedicato), i temi forti del Romanticismo sono sì amore e passione, ma soprattutto spiritualità contrapposta alla razionalità della scienza e dell’Illuminismo. Come si legge in cultura.biografieonline:

Da un punto di vista filosofico, il Romanticismo si pose come reazione all’Illuminismo: esso rifiutò ogni concezione materialistica della vita. L’uomo romantico, infatti, non era costituito dalla sola ragione ma possedeva facoltà come il sentimento e la fantasia. Ed esse influivano sulla sua vita”

Un amore immaginato

La brughiera, la tempesta, la passione, l’amore, la morte, il soprannaturale… Questo è Cime tempestose, ma anche molto di più. Un romanzo in cui si vede la natura ardente della scrittrice. Emily Brontë inventa tutto: lei vive nella brughiera, e forse l’amore per Heathcliff, ma anche per Edgar Linton lo aveva tutto nella sua mente vivida e fantasiosa. L’amore passionale, tormentato e sbagliato in un certo senso di Heathcliff e Catherine viene contrapposto all’amore calmo e quieto di Catherine per Linton. Non si sa quale fosse migliore: non c’è un amore migliore e uno peggiore. Cathy amava entrambi. Ma per Heathcliff questo amore va oltre la morte. Personaggi magnifici e non minori, come la letteratura cinematografica ci ha fatto credere, fin dal primo splendido film con Lawrence Olivier, sono la figlia di Cathy e Linton, come anche il figlio di Hindley  (fratello di Catherine). Quasi tutti i film o serie tv terminano con la morte di Catherine Earnshaw, mentre Heathcliff desidera solo continuare a essere tormentato dal fantasma di lei. In realtà la storia d’amore che nasce piano tra Catherine Linton e Hareton Earnshaw è forse la più bella e vera di tutto il romanzo, a mio avviso. Ovviamente, pur essendo presente in maniera forte la storia d’amore, non si può ridurre il libro solo a quello. Come detto, c’è tutta la passione esasperata del Romanticismo ottocentesco.

Io lo amo più di me stessa, Ellen; e lo so da questo: tutte le sere io prego di potergli sopravvivere, perché preferirei essere infelice io, piuttosto che saperlo infelice. È la prova che l’amo più di me stessa Di qualunque cosa siano fatte le anime, certo la sua e la mia sono simili: e quella di Linton è invece tanto differente dalla nostra quanto lo è la luna da un lampo, o il ghiaccio dal fuoco.

Questa è Catherine Earnshaw: le anime simili. Lei e Heathcliff sono una cosa sola. Il loro unico interesse è l’amore totalizzante e distruttivo provato uno per l’altra con Heathcliff, contrapposta all’anima di Linton. Catherine si augura di sopravvivere a Heathcliff perché sa quanto vedere la morte di lei, renderebbe lui infelice.

Dal film Wuthering Heights, 1992

Cime tempestose si può considerare ancora un romanzo attuale?

Nonostante questo romanzo parli di brughiere, gentiluomini antichi, nessuna macchina, nessun cellulare, ovvero situazioni che difficilmente possono ritrovarsi in quest’epoca, Cime tempestose è un romanzo attuale. Non perché le situazioni del libro possano trovare riscontro nei tempi moderni. Ma per la grande forza della scrittura: per le passioni forti, la spiritualità, gli amori impossibili, e ancora per i personaggi delineati con cura, dai maggiori ai minori. Dalla più che concreta Nellie Dean, balia di Catherine e Hindley Earnshaw, oltre che confidente della protagonista, al gentiluomo Linton, colui che sarebbe da sposare perché ricco, educato, colto, ma che suscita poco interesse. Heathcliff è l’uomo dei misteri: non si sa da dove provenga, non si sa come abbia fatto a diventare ricchissimo e abbastanza raffinato dopo che si allontana da Wuthering Heights. La Brontë non ce lo dice: non le interessa. È un dato di fatto: lui torna ricco perché ha fatto una promessa a Catherine. Questo libro tocca corde molto intime: una battaglia tra anime che porta dolore e sofferenza. Un romanzo straordinario e intramontabile da leggere e rileggere.

Roberta Jannetti