• No products in the cart.

Romantiche, innamorate, sognatrici: il Romance fa per voi!

Quello che un tempo veniva definito romanzo rosa o d’appendice, la cui capostipite indiscussa era Liala con i suoi romanzi d’amore con uomini favolosi e donne bisognose di aiuto, ora è diventato più genericamente il Romance. Ovvero il romanzo d’amore per eccellenza. È un genere che piace soprattutto alle donne, e di tutte le età. Ma ciò non toglie che questo genere possa trovare approvazione anche tra gli uomini.

“A nessuna creatura può piacere di essere desiderata per l’amore di un’altra. Ognuno vuole essere amato per se stesso.”

Liala

Definiamo il Romance

I romanzi d’amore, cioè i Romance, hanno un plot, cioè una storia che deve rispettare dei canoni ben precisi per essere definiti tali. Non è che tutti i libri che parlano d’amore siano Romance. Giulietta e Romeo di Shakespeare non è un Romance. Questo è ovvio e chiarissimo! Ma meglio ribadire il concetto.

Il Romance:

1. È sicuramente una storia d’amore
2. I protagonisti nella maggior parte dei casi devono essere straordinariamente belli, affascinanti, magnetici.
3. Ci deve essere un intreccio difficilissimo da dipanare con antagonisti (belli anch’essi) gelosi dei protagonisti e che vogliono dividere la possibile nuova coppia.
4. Il lieto fine

Il lieto fine è fondamentale per un romanzo rosa: altrimenti diventa un dramma, una tragedia (per tornare a Shakespeare). Chi legge Romance vuole trovare il lieto fine, vuole distrarsi e sognare. Non è detto che chi legga un genere non abbia altri generi preferiti, anche importanti e drammatici. Ma quando una persona inizia un romanzo d’amore rosa sa che troverà un romanzo con un finale bellissimo e felice.

Il Romance e i suoi sottogeneri

Come detto sopra, il Romance segue uno schema fisso ben preciso in cui il lieto fine è d’obbligo. Se il lieto fine è d’obbligo, non è detto che nel mezzo non possa succedere davvero di tutto. Così chi si accinge a scrivere romanzi d’amore sa che, se rispetta intreccio e lieto fine, può sbizzarrirsi nel mezzo. Importante è sciogliere positivamente la matassa. Per questo motivo ci sono sottogeneri.

Romance classico
Romance storico: il Regency fa la parte del leone, ma molto letti sono anche quelli ambientati nei secoli precedenti, soprattutto in Scozia, Inghilterra, Irlanda.
Romance dark in cui emerge una parte più oscura o erotica

Il Romance classico

Sicuramente se Liala scrivesse oggi, i suoi romanzi d’amore sarebbero quelli classici. Cioè una storia d’amore con intreccio e lieto fine. Tra gli autori odierni Nicholas Sparks, Jennifer L. Armentrout, Rosamunde Pilcher, Danielle Steel. In Italia Sveva Casati Modignani, Amabile Giusti con le sue storie d’amore i cui protagonisti non sono sempre bellissimi o da urlo, ma il plot è decisamente quello di un romance.

“Ne sono certa, ci incontreremo di nuovo e ricorderemo quello che è stato, chi eravamo, cosa volevamo e cosa ci facevamo bastare. Forse piangeremo, noi che non abbiamo pianto mai, perché a volte si piange di più a ritrovarsi che a perdersi. Si piange più di sollievo che di paura.” 

Amabile Giusti

Romance storico: il Regency

Tra le scrittrici più classiche di Romance, molte si cimentano anche nel genere storico d’amore. Quello che, appunto viene definito dalle addette ai lavori, Regency. Si tratta di storie di amore e passione ambientate nell’800. Eroine drammatiche che trovano sempre mille risorse e, naturalmente, un uomo “vero”, duro e puro, che perda la testa per loro. Spesso la parte storica non viene curata molto: si preferisce dare più spazio a costumi e ambiente che alla verità storica. Del resto, sono romanzi d’amore: non sono libri storici! Per cui non bisogna essere troppo severi. Spesso i dialoghi in questi romance ambientati in epoche passate sono un po’ troppo moderni, così come le protagoniste.

Romance dark

Questo vi stupirà, ma tra i Romance dark io inserirei la saga di Twilight. Parla sì di vampiri, ma è una storia d’amore a tutti gli effetti e anche super edulcorata e romantica. E con il lieto fine, più o meno. Perché certo Twilight è difficile inserirlo nel Fantasy o peggio nell’Horror. I vampiri hanno caratteristiche ben definite che non sono quelle di Edward Cullen. I vampiri alla luce del sole non possono proprio stare! Non brillano, muoiono proprio! E non sono sdolcinati e romantici. Il vampiro è un personaggio tormentato, ma se volete storie di vampiri, assolutamente prediligere Dracula di Bram Stoker!

50 sfumature di grigio: è decisamente un romanzo d’amore che, tra l’altro somiglia moltissimo a Twilight. Un lui ricchissimo e bellissimo con un segreto, una lei bellissima e imbranata ancora vergine che, oltretutto non sa di essere stupenda e meravigliosa e che farà perdere la testa all’uomo più ricco e sexy del mondo. Sic! Storie praticamente gemelle. Indubbiamente sulle Sfumature prevale un sesso spinto, ma non lo inserirei tra i romanzi della letteratura erotica/pornografica. È un romanzo che fa sognare e sospirare qualche fanciulla anche di età avanzata.

Concludendo

Anche in questo caso non si vuole fare un elenco degli autori di Romance: perché ce ne sono troppi. Perché molti si auto pubblicano. Ma, se si ha voglia di una lettura spensierata e serena, leggere un romanzo rosa male non può fare.

Roberta Jannetti