• No products in the cart.

Graphic Novel o Fumetto?

Per gli esperti del settore, la domanda sembra di sicuro banale: cos’è il Graphic Novel? È diverso dal fumetto? Per capirci subito, il Graphic Novel è un romanzo a fumetti, quindi esso stesso un fumetto.

Cos’è il fumetto e come nasce

Banalmente il fumetto è proprio la nuvoletta di fumo dove si scrive la frase pensata o detta da un personaggio. Il primo fumetto si fa risalire a Yellow Kid di Richard Felton Outcault. Un ragazzino americano vestito di giallo sul cui grembiulone venivano scritti i suoi pensieri. Di strada se n’è fatta tanta: numerosi sono i fumetti che hanno la caratteristica di essere seriali. Ovvero facenti parte di una storia a episodi: pensiamo a tutti i fumetti come l’Uomo Ragno, Superman, Batman. Inizialmente si scrivevano piccole strisce, poi vere e proprie storie. Personaggi ricorrenti, storie autoconclusive.

Nella storia del fumetto possiamo trovare tutti i generi letterari in un certo senso: dal poliziesco, esempio Dick Tracy, all’horror, pensiamo a Dylan Dog, ai fumetti per bambini, tutta la serie del Corriere dei Piccoli fino al celeberrimo Topolino, alla fantascienza con i già nominati Superman e company: si arriva anche al western con Tex Willer. Naturalmente un salto nel genere erotico con Valentina di Crepax (tanto per citarne uno). Anche le strisce dei Peanuts di Shultz fanno parte di questo mondo dei fumetti  che, in questo caso, mette un pizzico di poesia e ironia nel mondo dei bambini: geniale il cane Snoopy con il mitico Woodstock. I fumetti ripropongono i generi letterari più comuni con storie, a volte al cardiopalma, a volte che fanno sognare, a volte semplicemente riflettere.

Cos’è il Graphic Novel

Abbiamo visto prima: il Graphic Novel è un romanzo a fumetti, quindi per sua stessa natura autoconclusivo, come lo possono essere i romanzi. Proprio come il fumetto, nel Graphic Novel possiamo trovare tutti i generi letterari, perché si tratta di un’espressione artistica raccontata mediante disegni che possono rappresentare qualsiasi cosa. Spazio a narrativa, rosa, horror, fantascienza, polizieschi e via discorrendo. Tantissimi autori si esprimono raccontando i loro mondi, immaginari o presi dalla realtà, con disegni che ci guidano nel racconto mediante protagonisti che possiamo vedere fisicamente. In un romanzo immaginiamo i personaggi a nostro piacimento: nei fumetti ne intuiamo solo le voci, perché la rappresentazione di come sono i personaggi, le ambientazioni, i vestiti sono già strutturati. Meno spazio all’immaginazione? In realtà sono solo diverse percezioni. Un fumettista ci accompagna per mano nel suo romanzo.

Tra i primi Graphic Novel abbiamo Contratto con Dio di Will Eisner, pubblicato nel 1978. In realtà non è chiaro a chi sia da attribuire il termine Graphic Novel. In Italia, in forma di romanzo a fumetti, appaiono già negli anni ’40: romanzi completi a fumetti per la precisione, ma prima di utilizzare il termine Graphic Novel sono passati almeno 40 anni. In forma di romanzo si trovano anche le storie di Asterix il Gallico dei belgi Goscinny e Uderzo con una non ben definita regione gallica unica a resistere al potente e prepotente Impero Romano. Gli autori di Graphic Novel sono davvero numerosi, così come i fumetti: sul Libraio una serie di consigli utili su quali leggere. Di sicuro un artista di grande talento lo troviamo nel compianto Andrea Pazienza che descriveva nei suoi fumetti i grandi disagi e malesseri del vivere. Il Graphic Novel usato come denuncia dei tempi: una forma di scrittura particolare e visiva che riesce a far visitare il mondo interno del disegnatore.

I Manga

Nel mondo del fumetto una menzione a parte ce l’hanno i Manga, ovvero i fumetti nipponici. Sono fumetti di piccole dimensioni con testi a carattere passionale. Manga in giapponese significa proprio fumetto. Infinite le storie, infiniti gli estimatori. Spesso si rifanno a vicende di adolescenti con drammi più o meno grandi. Addirittura, è stata fatta una versione manga della celebre saga fantasy di Harry Potter.

Harry Potter versione manga. Photo@Pinterest

Concludendo: moltissimi sono gli appassionati di fumetti, manga, Graphic Novel. Un’alternativa interessante di lettura: forse più di impatto e immediata. Sdoganata da tempo dall’essere considerata come letteratura per soli bambini. Numerosi gli eventi legati ai fumetti (pensiamo al Comicon) che vedono migliaia di persone ogni anno mascherate dal loro fumetto preferito: i bellissimi Cosplay.

Roberta Jannetti